10 barche salutano Aarhus e si dirigono verso L’Aia

Seleziona la lingua/Traduci

Gli IMOCA si dirigono verso il fly-by di Kiel di venerdì pomeriggio, mentre i VO65 fanno rotta verso L’Aia con arrivo previsto per domenica per entrambe le flotte

The Ocean Race è tornata a pieno regime ad Aarhus, in Danimarca, con il ritorno della flotta dei VO65 in regata per le tappe europee.

In uno splendido giovedì pomeriggio – cielo soleggiato, temperatura gradevole e una leggera brezza marina – la regata è iniziata con la posta in gioco che si è alzata in entrambe le flotte.

I primi a partire sono stati i cinque VO65 che sono tornati a regatare nella seconda tappa della VO65 Sprint dopo un periodo sabbatico di tre mesi. Con due tappe ancora da disputare, la classifica dei VO65 è molto aperta e la tappa verso L’Aia rappresenta un’importante opportunità per raccogliere punti. L’arrivo è previsto per l’11 giugno.

Mentre il pomeriggio volgeva alla sera, è stata la volta della flotta IMOCA, con la regata ancora aperta – 11th Hour Racing Team è in pole position, ma con un solo punto di vantaggio su Team Holcim-PRB.

La flotta IMOCA si sta dirigendo verso il Fly-By di Kiel, che si prevede attirerà oltre 100.000 visitatori e 1.000 imbarcazioni nel fiordo di Kiel, con previsione di arrivo a metà pomeriggio del 9 giugno, prima che le barche mettano la prua verso il traguardo dell’Aia.

La sosta ad Aarhus è stata un’esperienza spettacolare, con il tempo splendido della tarda primavera che ha attirato una grande folla all’Ocean Live Park. Gli organizzatori dell’evento locale stimano tra i 350.000 e i 400.000 appassionati che hanno partecipato alla tappa di Aarhus di The Ocean Race, tra cui oltre 7.000 bambini delle scuole che hanno preso parte ai programmi educativi nel sito dell’Isola della Sostenibilità.

“La tappa di The Ocean Race ad Aarhus è stata un grande successo. Con un evento di tale portata, portiamo il mondo intero ad Aarhus, sia sotto forma di ospiti stranieri che di ampia copertura mediatica dell’evento”, ha dichiarato Jacob Bundsgaard, sindaco di Aarhus. Oltre alla naturale attenzione per la vela, abbiamo utilizzato il nostro status di città ospitante come catalizzatore per discutere della continua necessità di una transizione verde e di nuove soluzioni. Inoltre, l’evento è stato una grande celebrazione pubblica nell’ambiente fantastico nell’area portuale, ad esempio sulla nostra Isola della Sostenibilità al molo 2, dove scolaresche e famiglie hanno avuto l’opportunità di impegnarsi in progetti importanti di sostenibilità ambientale”.

The Ocean Race IMOCA Leg 6 – il racconto della partenza
Due ore dopo la partenza dei VO65 da Aarhus, il vento da 10 nodi si è ridotto a soli 2-4 nodi, mentre la brezza da sud-est lottava contro il gradiente di nord-ovest. Una situazione frustrante e stressante per la flotta IMOCA all’inizio di una tappa che si preannuncia estremamente impegnativa, soprattutto nelle prossime 24 ore con il Fly-By di Kiel.

Con condizioni di vento così debole, tutti e cinque i team hanno cercato di ridurre al minimo le manovre, determinando una lenta gara di resistenza verso la linea, ma non sono mancate le emozioni.

All’estremità della barca comitato, Team Malizia (GER) ha giocato una partita tattica aggressiva con Team Holcim-PRB (SUI) che ha portato quest’ultimo a lanciarsi dietro la barca tedesca prima di spingere Malizia in anticipo sulla linea di partenza, costringendola a ripartire in coda alla flotta.

The Ocean Race 2022-23 – 8 June 2023. Start of the Stage 2 The Ocean Race VO65 Sprint Cup in Aarhus, Denmark.

Nel frattempo, sono stati 11th Hour Racing Team e Biotherm a partire meglio, con Team Holcim PRB alle spalle.

Alla prima boa, 11th Hour Racing Team ha allungato il suo vantaggio su Biotherm, con Team Holcim-PRB in terza posizione. Più indietro Malizia ha superato GUYOT environnement – Team Europe.

Nel terzo lato di questo percorso a quadrato, il vento che c’era ha oscillato di 40 gradi, trasformando il lasco in una bolina.

A metà lato il vento è calato ulteriormente, cambiando direzione prima di scomparire del tutto. Mentre tutte e cinque le barche lottavano per avanzare, la tensione tra i team non faceva che aumentare. Tutti sanno che in queste condizioni i primi a entrare nel vento sono spesso in grado di prendere il comando della flotta. L’attesa è stata snervante.

Lentamente, il vento di gradiente è arrivato da terra e da nord-ovest e quando è entrato in gioco le posizioni sono cambiate: GUYOT environnement – Team Europe ha scavalcato Team Malizia.

Al momento dell’uscita dal cancello di partenza e di far rotta verso Kiel, la flotta era guidata da 11th Hour Racing Team, con Biotherm al secondo posto, Team Holcim-PRB al terzo, GUYOT al quarto e Malizia al quinto.

L’arrivo a Kiel è previsto per venerdì a metà pomeriggio, mentre l’arrivo a L’Aia è previsto per domenica 11 giugno.

The Ocean Race VO65 Sprint – il racconto della partenza
Visto che aveva dominato entrambe le precedenti regate in port, WindWhisper Racing Team di Pablo Arrarte (POL) era chiamato a ripetere la prestazione nella partenza della seconda tappa della VO65 Sprint.

A differenza delle condizioni molto leggere dell’inizio della settimana, quando è stata disputata l’ultima regata, al momento della partenza il vento era di 10 nodi su tutto il percorso.

Al via, WindWhisper Racing Team ha anticipato la partenza ed è stato costretto a tornare indietro per ripetere lo start. Austrian Ocean Racing powered by Team Genova (AUT/ITA) di Gerwin Jansen è stato penalizzato per un’infrazione in partenza e ha dovuto scontare una penalità, scivolando nelle retrovie della flotta.

Questo ha lasciato Mirpuri/Trifork Racing Team (DEN) e Team JAJO (NED) al comando nel primo lato della regata, con Viva México (MEX) in terza posizione.

Alla prima boa di bolina è stato Team JAJO a girare in testa con Mirpuri/Trifork Racing Team a ridosso della sua poppa.

Dopo il secondo giro e mentre la flotta si dirigeva verso nord-est per l’inizio della navigazione offshore, è stato Team Jajo che non solo ha mantenuto il suo vantaggio, ma lo ha esteso a più di 400 metri.

Alle loro spalle la competizione era serrata con Mirpuri/Trifork Racing Team al secondo posto, Viva México al terzo, WindWhisper Racing Team al quarto e Austrian Ocean Racing powered by Team Genova al quinto al passaggio dell’ultimo cancello inshore.

Da lì la flotta si è diretta verso nord, sotto il sole del tardo pomeriggio.

Le ultime posizioni sono riportate sul Race Tracker e la classifica è disponibile qui (https://www.theoceanrace.com/it/scoreboard)

Le ultime notizie sono su www.theoceanrace.com e si può seguire il giro del mondo a vela su Eurosport, con la partenza di ogni tappa in diretta e on-demand su discoveryplus.com o eurosport.com.

Per maggiori informazioni e per il programma di The Grand Finale di Genova, si può visitare il sito www.theoceanracegenova.com

Share

More Post