Privacy Policy “Caty Torta, un’artista libera” in mostra a Torino – Timenews24.it
  • Data loading...

“Caty Torta, un’artista libera” in mostra a Torino

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

Dal 10 giugno al 7 novembre 2021 al MAUTO, Museo Nazionale dell’Automobile di Torino
Sedici opere, realizzate tra il 1932 e il 2004, raccontano Caty Torta, artista anticonformista e moderna, allieva di Felice Casorati e grande appassionata di automobili.

Torino, 10 giugno 2021. A cento (+1) anni dalla nascita, il MAUTO – Museo Nazionale dell’Automobile ospita una mostra monografica dedicata a Caty Torta, pittrice talentuosa e antesignana assoluta di quell’emancipazione femminile che solo dopo qualche decennio avrebbe infiammato i dibattiti sociali: artista e donna capace di interpretare ruoli “ordinari” con spirito libero e innovativo per il suo tempo, attratta sin da giovanissima dal mondo dei motori, dalla velocità e dalle corse.

In mostra al MAUTO una selezione di 16 opere – dipinti e bozzetti appartenenti alla collezione privata del figlio Cesare Denoyè – in un percorso espositivo articolato fra le esperienze cardine della ricerca di Caty: le Mille Miglia, Casorati, l’Avanguardia Torinese e Parigi, attraverso l’evoluzione del suo segno pittorico, dalla formazione alla maturità artistica. Le opere esposte abbracciano tutto il periodo di produzione artistica della pittrice torinese, da quelle giovanili – come “I buoi” (1932) realizzata a soli 12 anni – alle opere del periodo parigino – quando frequentava l’Accademia della Grande Chaumiere a Montparnasse – fino al dipinto “Tramonto al Sestriere” (2004) nella quale una Porsche slitta impavida su un percorso tortuoso che ricorda la tenacia con cui Caty ha continuato a guidare le sue auto veloci fino ad oltre gli 80 anni.

“Parlare di Caty Torta vuol dire intraprendere un viaggio attraverso tutto il ‘900. Significa partire alla scoperta non solo di una pittrice talentuosa e apprezzata dalla critica benché lontana dalle luci della ribalta per sua scelta, ma anche incontrare una donna straordinaria, capace di affermare con fierezza e caparbietà la propria autonomia artistica e personale. La sua è stata una vita vissuta alla velocità delle sue passioni, la pittura e le automobili, rispondendo a un’unica necessità: essere libera. Un monito, in questi tempi così difficili, per tutte le donne che quotidianamente lottano per la propria autonomia e identità. Quella che abbiamo voluto portare al MAUTO è una mostra eclettica in cui convivono arte, motori e storia: è attraverso questo dialogo che abbiamo scelto di raccontare la vita di una donna incredibile che personalmente ho imparato ad amare e che mi auguro possa insegnare molto a tutti coloro che sceglieranno di conoscerla.” (Laura Tota, Curatrice della mostra)

Accanto alle opere pittoriche di Caty Torta e ad integrazione del racconto sulla sua personalità passionale e spericolata, sono esposte alcune delle auto sportive che l’hanno accompagnata in “gara” e nella vita: una Lancia Aprilia del 1937 come quella che il padre le regalò per il suo 18esimo compleanno e con la quale prese parte alla MilleMiglia; una Volkswagen Golf GTI del 1981, modello con il quale Caty – ormai adulta – continuava a ingaggiare sfide coi “pivelli” ignari che quella vecchietta possedeva ancora i riflessi e la tecnica della pilota che fu; infine una Porsche 911 Carrera, modello 996 del 2003, rappresentativa del grande amore di Caty per le vetture Porsche, eleganti, sinuose, dal motore ruggente, audaci e fedeli a loro stesse, esattamente come lei.

“La proposta di organizzare al MAUTO una mostra dedicata a Caty Torta è stata subito accolta con entusiasmo: celebrare nel 2020 i 100 anni dalla nascita di un’artista anticonvenzionale, uno spirito indomito come i cavalli dei motori che tanto la affascinavano, una donna coraggiosa che non ha mai rinunciato a esprimere le proprie emozioni. All’improvviso, il lockdown e l’emergenza sanitaria hanno interrotto il progetto, costringendoci a posticipare la mostra di alcuni mesi. Ma, come talvolta accade, l’entusiasmo non è diminuito, anzi ha contagiato altre persone e si sono sviluppate nuove iniziative ispirate a questa artista straordinaria; tra queste, il progetto di formazione realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino, particolarmente importante perché rivolta ai giovani. Caty ha ripetuto spesso l’insegnamento che il suo maestro, Felice Casorati, le aveva trasmesso: “Ci vuole coraggio!”. E vorremmo che questo fosse interpretato anche come il messaggio di fondo, il filo conduttore dell’intera mostra, finalmente presentata al pubblico in segno di rinascita, di ripresa dopo mesi di chiusure forzate. Un incitamento a tutti noi, e in particolare ai giovani, a non arrenderci alle difficoltà, a osare, a sognare, e anche a credere di più in noi stessi e nelle nostre capacità”. (Mariella Mengozzi, Direttore del MAUTO)

IL CATALOGO
Il catalogo della mostra Caty Torta, un’artista libera, racchiude la selezione completa delle opere in esposizione accompagnate da archivi e immagini. La pubblicazione è disponibile nel bookshop del museo al costo di 16 euro.

Share

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

More Post