Privacy Policy Di suono in gioco, un anno tutto da giocare alla Reggia di Venaria – Timenews24.it

Di suono in gioco, un anno tutto da giocare alla Reggia di Venaria

Seleziona la lingua/Traduci

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

Ciclo cameristico realizzato nell’ambito del programma Play, un anno tutto da giocare

Nel prestigioso contesto barocco della Sala di Diana, la Reggia di Venaria propone un ciclo cameristico dedicato al tema del gioco, per un’esplosione di suoni che oscillano fra vivaci divertimenti salottieri, arrangiamenti di classici spagnoli, rivisitazioni di celebri preludi, arie e chansons d’opera

Nell’ambito del programma annuale Play. Un anno tutto da giocare, La Venaria Reale – in collaborazione con Lingotto Musica e De Sono Associazione per la Musica – presenta il ciclo cameristico DI SUONO IN GIOCO, che propone ogni domenica dal 25 settembre al 9 ottobre tre concerti pomeridiani nel magnifico scenario della Sala di Diana.
Tre appuntamenti ispirati al tema del gioco, per un’esplosione di suoni che oscillano fra vivaci divertimenti salottieri, arrangiamenti di classici spagnoli e rivisitazioni di celebri preludi, arie e chansons d’opera. Protagonisti giovani ex borsisti e allievi delle masterclass di De Sono, già lanciati in una brillante carriera internazionale, come la coppia contrabbasso-arpa The Girls in the Magnesium Dress, il Duo Evocaciones di chitarra e violoncello, e il quintetto Pentafiati.

A inaugurare il ciclo, domenica 25 settembre, sono Anna Astesano (arpa) e Valentina Ciardelli (contrabbasso), pluripremiate musiciste trapiantate a Londra che dal 2018 formano The Girls in the Magnesium Dress. Il duo, il cui nome è ispirato a uno dei brani orchestrali più noti del chitarrista e compositore americano Frank Zappa, si muove con versatilità fra trascrizioni operistiche, brani virtuosistici classici e musica contemporanea, espandendo i confini abituali del catalogo solistico per i due strumenti. Già ospite in prestigiose sale londinesi come St-Martin-in-the-Fields, Wigmore Hall e Greenwich Theatre, ha pubblicato il suo album d’esordio Rūtsu (Radici, in giapponese) per Da Vinci Classics nel 2022. Per l’occasione, propone una scelta di pagine del repertorio lirico e liederistico più amato: dalla canzonetta “Deh, vieni alla finestra” da Don Giovanni di Mozart ai pezzi corali “Tutto cangia, il ciel s’abbella” da Guglielmo Tell di Rossini
e Ständchen (Serenata) di Schubert; dal Preludio sinfonico della Traviata di Verdi alle arie pucciniane “Fermo che fai” da Turandot e “L’età dei giochi e dei confetti” da Madama Butterfly; dalla chanson “Sur l’eau claire et sans ride” da La princesse jaune di Saint-Saëns a un’aria da La dama di picche di Čajkovskij.

Seguono, domenica 2 ottobre, le calde sonorità dei principali maestri della scuola spagnola fra Otto e Novecento affidate al Duo Evocaciones, nato nel 2020 dalla collaborazione tra il chitarrista di rilievo internazionale Pietro Locatto e la promettente violoncellista Martina Biondi. Per questo organico insolito ma di notevole forza espressiva saranno adattate celebri pagine dei pianisti Albéniz (Granada e Cordoba) e Granados (Intermezzo da Goyescas, Oriental e Andaluza da 12 danzas españolas) e del loro erede Manuel de Falla (La vida breve, 7 canciones populares españolas e Danza ritual del fuego da El amor brujo).
Chiude, domenica 9 ottobre, il viaggio nel repertorio leggero e spigliato per quintetto di fiati dell’ensemble Pentafiati, composto da Roberta Nobile (flauto), Matteo Forla (oboe), Simone Benevelli (clarinetto), Irene Masullo (corno) e Carlo Alberto Meluso (fagotto). Dai toni disimpegnati di grandi classici come il Divertimento n. 1 di Haydn e il Quintetto op. 56 n. 1 di Danzi alla freschezza delle Trois Pièces brèves di Ibert, tratte dalle musiche composte per la commedia Le Stratagème des roués, fino alla trascrizione per questa particolare formazione della nota Ouverture da Il Barbiere di Siviglia di Rossini.

IL PROGRAMMA


DOMENICA 25 SETTEMBRE 2022 – ORE 15.30

THE GIRLS IN THE MAGNESIUM DRESS
Anna Astesano, arpa Valentina Ciardelli, contrabbasso e arrangiamenti
Verdi, Preludio da La traviata Mozart, Canzonetta da Don Giovanni Schubert, Ständchen
Saint-Saëns, «Sur l’eau claire et sans ride» da La princesse jaune
Puccini, «Fermo che fai» da Turandot
Čajkovskij, Aria da La dama di picche
Puccini, «L’età dei giochi e dei confetti» da Madama Butterfly
Rossini, «Tutto cangia il ciel s’abbella» da Guglielmo Tell

DOMENICA 2 OTTOBRE 2022 – ORE 15.30

DUO EVOCACIONES
Pietro Locatto, chitarra Martina Biondi, violoncello
Granados, Intermezzo da Goyescas Albéniz, Granada, n. 1 dalla Suite española op. 47 Cordoba, n. 4 da Cantos de España op. 232
Falla, La vida breve
Granados, Oriental, n. 2 da Doce danzas españolas op. 37 Andaluza, n. 5 da Doce danzas españolas op. 37
Falla, Siete canciones populares españolas
Danza ritual del fuego, da El amor brujo

DOMENICA 9 OTTOBRE 2022 – ORE 15.30
PENTAFIATI
Roberta Nobile, flauto
Matteo Forla, oboe
Simone Benevelli, clarinetto
Irene Masullo, corno
Carlo Alberto Meluso, fagotto
Haydn, Divertimento n. 1 in si bemolle maggiore
Danzi, Quintetto in si bemolle maggiore op. 56 n. 1
Rossini, Ouverture da Il barbiere di Siviglia
Ibert, Trois pièces brèves

INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA

DOVE: Sala di Diana, Reggia di Venaria
QUANDO: ogni domenica dal 25 settembre al 9 ottobre, a partire dalle ore 15.30
COME: I concerti sono compresi nel biglietto d’ingresso alla Reggia.

È possibile acquistare in Biglietteria il pacchetto dei tre ingressi alla Reggia (25 settembre, 2 e 9 ottobre) comprensivo di tutti e tre i concerti in programma, alla tariffa unica ridotta di 24 euro.
Per ulteriori informazioni: lavenaria.it e lingottomusica.it

Share

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

More Post