Il Piceno si proietta nell’enoturismo con “Piceni Gusto DiVino”

Seleziona la lingua/Traduci

Con cinque appuntamenti imperdibili, prende il via il programma di aprile del circuito Piceni_Gusto DiVino, cofinanziato dalla Regione Marche con il progetto “ENOTURISMO DELLE MARCHE: dalla vigna alla tavola”.

Come sottolineato da Andrea Maria Antonini, Assessore all’agricoltura della Regione Marche, nel corso della presentazione ufficiale del progetto al recente Tipicità Festival “questo circuito, in particolare, permette di riscoprire il territorio delle provincie di Ascoli Pi-ceno e Fermo attraverso l’enoturismo! Il progetto Dalla Vigna alla Tavola quest’anno vuol valorizzare anche le cantine che hanno aderito alla legge regionale sull’enoturismo, che serve proprio a promuovere il territorio attraverso l’esaltazione di quei luoghi dove il vino nasce, viene trasformato e prodotto”.

Si parte il 5 aprile con una serata speciale proprio in una cantina iscritta all’elenco regionale degli operatori enoturistici, la “Tenuta Guido Cocci Grifoni” di Ripa-transone che proporrà i grandi vini del Piceno in abbinamento ad un menù tutto da gusta-re, composto da piatti della tradizione locale rivisitati in chiave gourmet.

Venerdì 12 aprile è la volta del ristorante “Il Ponte” di Cossignano, capofila del progetto e protagonista di una serata che valorizza l’abbinamento tra materie prime del territorio, rie-laborate con creatività dallo chef, e vini del Piceno che saranno raccontati dai rispettivi produttori: “Tenute del Borgo”, “Società agricola D’Ercoli” e “Ciù Ciù Tenimenti Bartolo-mei”.

Il 19 aprile il circuito prevede un appuntamento ad Ortezzano, in un luogo di particolare pregio storico e artistico: l’Auditorium Sant’Antonio da Padova. Con un menù dell’alta scuola di cucina marchigiana proposto dallo chef Giampiero Giammarini della “Locanda I Piceni”, saranno protagonisti i vini di “Casale Vitali”, e delle aziende agricole “Dianetti” e “Fiorano”.

Si torna in cantina per l’appuntamento del 23 aprile, programmato ad Ascoli Piceno nell’accogliente atmosfera dell’azienda agricola “Pantaleone”, dove saranno protagonisti i vini dell’azienda stessa in abbinamento ai sapori tipici del territorio.

L’ultimo appuntamento di aprile è fissato per sabato 27 a Smerillo, nell’entroterra del Fer-mano, dove il ristorante “Le Logge” propone un menù che concilia perfettamente tradizio-ne ed innovazione, valorizzando l’abbinamento ai vini di: “Clara Marcelli”, “Azienda agricola BIO Centanni Giacomo”, “Società agricola Gobbi e Mannocchi”.

Per godere appieno l’esperienza in questi veri e propri giacimenti enogastronomici, il tour operator ESITUR ha predisposto degli itinerari “esperienziali” tra vigneti, borghi storici ed aziende rurali.

Tutte le info sul progetto “Enoturismo Marche, dalla vigna alla tavola” sono reperibili sul sito ufficiale:

www.dallavignaallatavola.marcheandwine.it

LE PROSSIME TAPPE DEL CIRCUITO

• 5 aprile: Tenuta Guido Cocci Grifoni, Ripatransone
Vini: Cantina Cocci Grifoni

12 aprile: Ristorante Il Ponte, Cossignano
Cantine: Tenute del Borgo, Soc. Agr. D’Ercoli, Ciù Ciù Tenimenti Bartolomei
19 aprile: Ristorante I Piceni, Ortezzano (presso Auditorium Sant’Antonio da Pado-va)
Cantine: Casale Vitali, Az. Agr. Dianetti, Az. Agr. Fiorano
23 aprile: Azienda Agricola Pantaleone, Ascoli Piceno
Vini: Azienda Agricola Pantaleone

27 aprile: Le Logge, Smerillo
Cantine: Az. Agr. Bio Centanni Giacomo, Soc, Agr. Gobbi e Mannocchi, Clara Marcelli
5 maggio: Sottoscala Gusteria di Sisto V, Montalto delle Marche (presso Palazzo Paradisi)
Cantine: Soc. Agr. Vigna Cava, Tenuta Cà Sciampagne, Az. Agr. Biologica Tavio
10 maggio: Da Sebastiani, Ortezzano (presso Auditorium Sant’Antonio da Padova)
Cantine: Cossignani L.E. Tempo, Tenuta Cocci Grifoni, Maria Pia Castelli
15 maggio: Le Papillon, Altidona
Birrifici: Kukà, Jester Birrificio Agricolo, Birrificio Mukkeller
23 maggio Osteria Infinito, Grottammare
Birrifici: Birrificio Carnival, Birrificio Babylon, Birrificio Artigianale Ottozampe
29 maggio: Il Vinattiere, Ascoli Piceno
Cantine: Az. Agr.Cantina Sesì, Le Canà, Az. Agr. Valter Mattoni

Share

More Post