Lotteria “Ricerca la fortuna”: Galup consegna il primo premio

Seleziona la lingua/Traduci

Si è svolta ieri mattina, presso l’Istituto di Candiolo – IRCCS, la consegna del primo premio della lotteria “Ricerca la Fortuna” – evento organizzato dalla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro – giunta alla sesta edizione, che ha messo in palio 140 premi, il primo dei quali è stato l’e-bike THOK modello MIG HT donata da Galup.

Presenti alla cerimonia di consegna la vincitrice, Mariangela Doronzo di Pianezza (Torino), Allegra Agnelli – Presidente della Fondazione, Giuseppe Bernocco e Sebastiano Astegiano – Presidente e Amministratore Delegato Galup, Stefano Boccardo – Sindaco di Candiolo.

La Galup, che ha iniziato la propria collaborazione con la Fondazione nel 2015, è presente da diversi anni anche per la lotteria che, dal 2022, mette in palio come primo premio una due ruote prodotta dalla THOK E-Bikes, azienda facente parte di TCN Group (TCN, BIANCO, Galup, Madrile Melis), di proprietà di Bernocco e Astegiano, polo industriale di eccellenze proteso verso il mondo dal cuore delle Langhe.

Galup riconferma quindi la propria volontà di essere presente sul territorio, con atti concreti che siano supporto di progetti altrettanto tangibili volti al sostegno della comunità. Concetto rimarcato nelle parole del presidente Galup Giuseppe Bernocco che ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di questo rapporto di partnership ormai divenuto storico. L’Istituto di Candiolo è un polo di eccellenza all’interno della quale lavorano persone che hanno passione nel cuore e che sono guidate da un capitano come Allegra Agnelli che è l’anima di questa realtà e della Fondazione. E’ quindi per Galup un onore poter far parte di questo percorso che vogliamo condividere anche per il futuro”.

Un pensiero rafforzato dalla presidente della Fondazione: “Il successo e la popolarità di iniziative come questa rappresentano il forte legame che c’è tra il territorio e la nostra Fondazione – ha detto Allegra Agnelli – un rapporto fatto di fiducia e concretezza, che ci ha permesso di realizzare quanto fatto fino ad oggi e di essere pronti alle sfide del futuro che vedranno coinvolte il nostro Istituto di Candiolo”.

Share

More Post