Privacy Policy Mediatour Francia 2021, proposte per vacanze slow e green – Timenews24.it
  • Data loading...

Mediatour Francia 2021, proposte per vacanze slow e green

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

Mediatour Francia 2021 , organizzato da Atout France in versione digitale, moderato da Barbara Lovato, responsabile stampa , è stata presentata un’offerta turistica ampia e variegata, 31 i patner francesi partecipanti e 1367 incontri one-to-one con giornalisti, blogger, protagonisti del mondo del turismo. Filo conduttore di questa edizione del Mediatour è il Turismo Slow e Green, un fil verd per ricercare “le cose belle della vita, ritrovare le vacanze autentiche nel rispetto della natura, del verde, della sostenibilità , del savoir faire, dell’arte di vivere”, come ha affermato Frédéric Meyer, direttore di Atout France Italia, “nostro obiettivo, di tutta l’equipe di Atout France, è continuare a far conoscere ed apprezzare la Francia anche adesso, per ora in versione digitale , in attesa di un vero viaggio!”

In primavera dovrebbe verificarsi una ripresa del turismo in sicurezza, è necessario riattivare la voglia di viaggiare a livello nazionale e internazionale che, causa Covid, , ha subito uno stop forzato.

Di seguito le novità e proposte più importanti per un viaggio in Francia .

Alvernia-Rodano-Alpi è una regione verde per definizione, con lo straordinario Parco dei Vulcani . A maggio 2021 sarà lanciata una nuova destinazione turistica dedicata alla gastronomia la Valle della Gastronomia per promuove la ricchezza del territorio tra Digione , Marsiglia, Lione, i grandi vini , il Beaujolais, , Côte du Rhône, i vini della Savoia… , 94 chef stellati Michelin di cui 9 chef con 3 stelle. Altri “gioielli” della regione sono le località termali per vivere una vacanza slow all’insegna del benessere.

www.auvergnerhonealpestourisme.com 

Il Grande Est di Francia – Alsazia, Ardenne, Champagne, Lorena e Vosgi. Tra le novità 2021, un centro di interpretazione dello champagne nel cuore del vigneto di Aÿ-Champagne, patrimonio mondiale UNESCO, un itinerario slow in bicicletta sulla via blu Mosella-Saône (www.lavoiebleue.com), da nord a sud attraverso paesaggi strepitosi e grandi città. Visita dell’altoforno U4, trasformato in opera d’arte contemporanea, tour in città a Metz e Nancy, passeggiata a Épinal, famosa per le sue stampe… Il tour segue il corso del fiume Mosella tra la natura lorenese. Un itinerario per curiosi, gourmands e amanti del buon vivere.

www.art-grandest.fr 

La Borgogna, per la prima volta al Mediatour, è una regione che vive in totale armonia con la natura, con itinerari su misura che uniscono natura e arte, fra abbazie , borghi medievali, vigneti ,cantine. Il tour nei vigneti raggiunge Digione attraverso i più bei villaggi vinicoli della Côte de Beaune e della Côte de Nuits, il viaggio nei vigneti della Borgogna approda nella capitale regionale. Un’occasione per raggiungere , in bici, il cuore dei Grandi Crus e per scoprire la capitale dei Duchi di Borgogna, lungo piccole strade che si snodano tra i vigne e villaggi del vino.

www.bourgogne-tourisme.com 

La Normandia quest’anno festeggia diversi anniversari, tra tutti il bicentenario della nascita di Gustave Flaubert, con proposte di mostre , eventi e visite su misura. A Cabourg apre le porte la Villa du Temps Retrouvé, dedicata a Marcel Proust a 150 anni dalla nascita, e a Deauville lo spazio culturale delle Suore Francescane. Perfettamente in tema e in sintonia con il turismo slow la visita di Rouen sulle tracce di Flaubert e la Passeggiata Letteraria Flaubert: un tour di 12 km sulle orme di Madame Bovary attraverso il Pays del Caux, scenario del romanzo.

https://it.normandie-tourisme.fr/

Le Havre-Etretat , quest’anno è caratterizzato da tre grandi anniversari: 60 anni fa inaugurava la prima Maison de la Culture in Francia all’interno del Musée des Beaux-Arts poi diventato il MuMa; 70 anni dalla prima pietra della Chiesa di Saint-Joseph, capolavoro architettonico del XX secolo e classificato Patrimonio dell’Umanità; 80 anni dalla morte di Maurice Leblanc, padre di Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo. E a Etretat si può visitare la casa di Leblanc, il Clos Lupin, su Netflix sii può visionare la nuova serie Lupin in una rilettura contemporanea, protagonista Omar Sy . Proposte di turismo slow , tour fra giardini e parchi di Le Havre.E a Etretat un percorso green sulle falesie,alla scoperta della costa inseguendo le tracce del mitico Arsenio Lupin.

www.lehavre-etretat-tourisme.com/en/ 

La Bretagna è una perfetta destinazione da scoprire in bici con percorsi segnalati e adatti a tutti, dalle chiuse al mare, alle colline delle città medievali, pedalando ognuno al proprio ritmo. Tra gli appuntamenti del 2021 il Tour de France partirà da Brest e attraverserà 4 dipartimenti , itinerari di turismo slow fra le città medioevali e deliziosi villaggi di pescatori, si segnala il tour sul sentiero dei doganieri sulla GR 34 direzione Dinan, città di origine medievale ; la valle del fiume Rance fra paesaggi dal fascino unico e la Pointe du Raz sito selvaggio e magico

www.bretagna-vacanze.com 

Rennes, capoluogo della Bretagna città green in continua evoluzione, per l’ambiente, l’architettura , le nuove tecnologie, il turismo, meta ideale per il turismo slow, offre passeggiate fra parchi e giardini, 868 ettari di spazi verdi, il 17% della sua superficie: dal parco di Les Tanneurs, il più segreto a quello zen, Oberthür, al Parc du Thabor, il “giardino di prestigio” di oltre 10 ettari nel centro della città, a Les Gayeulles, il Central Park di Rennes, a nord-est della città , si snoda su circa 100 ettari, la foresta di Rennes, estesa su quasi 3.000 ettari con oltre 80 chilometri di sentieri accessibili anche in mountain bike.

www.destinationrennes.com 

Nantes, città verde e sostenibile, dal 3 luglio al 5 settembre, è di scena l’imperdibile evento estivo del Voyage à Nantes, per due mesi, l’arte si diffonde ovunque nello spazio pubblico: artisti, architetti, designer trasformano la città nel segno dell’arte e dell’innovazione. Il turismo slow nei vigneti del Muscadet, a sud della città, con 8.000 ettari, è il più grande della Valle della Loira. Da Nantes a Vertou è la prima tappa del nuovo percorso ciclabile ,in sicurezza , di 10 km del Viaggio nei Vigneti un itinerario stradale di 100 km attraverso le vigne, lungo le rive dei fiumi Sèvre e Maine.

www.nantes-tourisme.com  – www.levoyageanantes.fr 

Centro-Valle della Loira , 5000 km di itinerari in bicicletta “La Loire à vélo”, 20.000 km di sentieri di randonnèe, 280 km della “Val de Loire” Patrimonio Mondiale dell’Unesco, la più grande concentrazione al mondo di castelli del Rinascimento, parchi e 40 giardini da scoprire tra cui un tour nei giardini segreti del Berry (www.berryprovince.com ), da Apremont-sur-Allier, uno dei “Più bei Villaggi di Francia” con il Parco Floreale, a Sancerre con i giardini di Pesselières, i giardini del Domaine de Poulaines,i giardini alla francese di Château de Bouges, il Domaine de Nohant, legato alla scrittrice George Sand, i giardini medievali del Prieuré d’Orsan, e di Château d’Ainay-le-Vieil La Loira, il fiume dei re, attraversando questa regione ,ha generato nel tempo, le condizioni favorevoli per vivere autentiche vacanze slow e green, a piedi, in bici, a cavallo, in canoa …

www.valledellaloira-francia.it/ 

Centre des Monuments Nationaux invita a Parigi per seguire i due eventi clou di quest’anno : l’apertura ad aprile del Musée de la Marine, prestigioso edificio del XVIII secolo, vetrina del savoir-faire e della cultura francese con libreria, negozi, ristorante dello chef stellato Jean-François Piège, sala da té affidata ad Alain Ducasse… e “l’emballage” dell’Arco di Trionfo ,”impacchettato” secondo il progetto di Christo ,con 25.000 m2 di tessuto riciclabile blu-argento e 7.000 metri di corda rossa, visibile dal 18 settembre al 3 ottobre. Per una vacanza slow di scoperta culturale più fantastica che reale si consiglia in Costa Azzurra, a Villa Kérylos, sulla punta rocciosa della Baie des Fourmis, a Beaulieu-sur-Mer, dal 28 marzo al 26 settembre mostra omaggio alla civiltà greca dell’artista Hubert le Gall

www.monuments-nationaux.fr 

Occitania, dieci segnalazioni di turismo slow ad esempio lungo il Canal du Midi, Patrimonio Unesco, a piedi, in bicicletta o in crociera. La V82, ovvero la ciclabile della Valle della Baïse (Gers-Hautes-Pyrenees) in Guascogna, dai Pirenei alla Garonna, fra colline di vini e liquori famosi Madiran, Armagnac, Flocs, Côtes de Gascogne. Il percorso ciclabile, completato nel 2021, si snoda lungo 165 km. O ancora la Grande Motte in modalità slowlife: località balneare dall’ architettura all’avanguardia “patrimonio del XX secolo”, dove tutto è fatto per favorire la mobilità dolce, a piedi o in bicicletta, per sentieri, verso la penisola di Ponant, in catamarano per un tour-cocktail al tramonto. Scoprire l’Aigues-Mortes con un tour del cammino di ronda, dall’alto dei bastioni, in trenino, per ammirare il tramonto sulle mura delle saline.

www.turismo-occitanie.it/ 

Nel Gard ulteriori proposte di turismo slow, dalla passeggiata “aerea”, tutta in alto, fra passerelle sospese, per non calpestare le radici della Bambouseraie nelle Cévennes, classificata tra i più bei giardini di Francia, alla visita a piedi lungo un sentiero dedicato delle saline di Aigues Mortes a un safari in bicicletta elettrica in Camargue, è il primo su due ruote organizzato dall’associazione escursionistica “Camargue Autrement”.con biciclette elettriche. La guida, dotata di un micro casco wireless, accompagna il suo gruppo, munito di auricolari, alla scoperta della fauna e flora della Camargue.

www.tourismegard.com/ 

Tolosa e l’Alta Garonna una cultura antica di 2000 da scoprire. A Tolosa negli spazi storici dell’Aéropostale , da dove decollava Sait-Exupéry ( www.lenvol-des-pionniers.com) fino al 29 agosto 2021 la mostra “Un piccolo principe tra gli uomini”. Un percorso slow da chiusa a chiusa (18 in tutto) seguendo il Canal du Midi, patrimonio UNESCO, da Tolosa all’Alta Garonna , un mondo da scoprire a ritmo slow in chiatta o in barca, o lungo le rive in bici o a piedi. Tolosa la città rosa dai 100 volti da visitare con le guide dell’Ufficio del Turismo, oltre 100 proposte per vivere la città.

www.toulouse-tourisme.com/  – www.hautegaronnehtourisme.com 

Nîmes., città storica per i suoi monumenti e la sua identità romana, la sua vicinanza geografica e i legami culturali con l’Italia la classifica nel 2021, come destinazione turistica per eccellenza! Imperdibile lo spettacolare Musée de la Romanité che presenta quest’anno, dal 13 maggio al 19 settembre , la sua nuova mostra temporanea “L’imperatore romano, un mortale tra gli dei”. I Jardins de la Fontaine, , creati nel ‘700 sull’antico sito della Source, la Sorgente, sono il luogo ideale per una passeggiata slow nel verde a Nîmes. Gli scavi effettuati per regolarizzare il flusso d’acqua della sorgente hanno portato alla luce un sito romano abbandonato fin dal Medioevo.

www.nimes-tourisme.com/fr/ 

La Provenza-Alpi-Costa Azzurra oltre alle località glamour costiere offre alle spalle del mare, lo scenario delle Alpi del Sud. L’Osservatorio astronomico di Saint-Véran, a 2.936 m di altitudine nelle Alpi del Sud, propone una notte a “10.000 stelle”. Luoghi ideali per svolgere attività sportiva all’aperto: il lago di Serre Ponchon, uno dei più grandi laghi artificiali d’Europa che compie 60 anni nel 2021, il Parco Naturale Regionale del Verdon, attorno alle famose gole, il Parco Naturale Regionale del Queyras, il Giardino botanico del Lautaret, a 2100 m di altitudine. La Routo/GR69, percorso ideale per un turismo slow in bici,o a piedi sui sentieri della transumanza, 520 km totali dalla piana di La Crau al Piemonte, 33 tappe e gli itinerari “vélo-fromage” in bici con soste-gourmandes.

provence-alpes-cotedazur.com/ 

Marsiglia proiettata al turismo sostenibile, green e solidale , è tra le prime 3 città francesi con il maggior numero di candidati (hotel, strutture ricettive turistiche, ecc.) che aspirano ad ottenere l’eco-marchio “clé verte”, è stata scelta dal Ministero dell’Ecologia per ospitare il congresso IUCN (International Union for Conservation of Nature) dal 3 all’11/9/2021, per promuovere la tutela della biodiversità terrestre e marina del mondo. D’altro canto vanta un parco dalla straordinaria biodiversità, il Parco Nazionale delle Calanques esteso da Marsiglia a Cassis, 8300 ettari e 20 km di coste protette. Nuovo itinerario di visita slow per scoprire la biodiversità in città in versione “giardino”. Una passeggiata tra natura e storia.

www.marseille-tourisme.com 

Nel Vaucluse, si vive un turismo semplice e autentico, un ritmo slow , si fanno incontri veri con artigiani, produttori e abitanti, terra di grandi vini, si passeggia sospinti dal vento mistral. fra verde, lavanda e vigneti, ai piedi del leggendario Mont Ventoux, tutta la zona è dall’estate parco naturale, per attraversare i vigneti in bici elettrica. Splendido l’itinerario “Gordes in bicicletta”, l’ultimo nato degli itinerari in bici nel Vaucluse, 70 km fra Gordes, Oppède, Ménerbes, l’abbazia di Sénanque, alla scoperta di villaggi di sogno. Un must la “Grande Traversée du Vaucluse” in mountain-bike elettrica: 400 chilometri totali dal Monte Ventoux al Luberon passando per le Dentelles de Montmirail e i Monts de Vaucluse.

www.provenceguide.com 

Il Luberon Coeur de Provence è una destinazione a 1 ora da Marsiglia, facilmente raggiungibile dall’Italia in auto, aereo, treno, meta ideale da scoprire a piedi e in bicicletta. Il Parco Naturale Regionale del Luberon propone paesaggi da mozzafiato., il blu della lavanda, vigneti e ulivi. Fra i tanti slow tour possibili segnaliamo la Strada dei panorami: il Luberon, Gordes, Monts de Vaucluse, Alpilles, Mont-Ventoux, Dentelles de Montmirail, Mont Saint-Victoire… tutti offrono panorami mozzafiato.

luberoncoeurdeprovence.com/

Il Var si snoda dalla Costa Azzurra e alla Provenza, è un giardino a cielo aperto, punta sul turismo green e slow nel rispetto dell’ambiente, località balneari glamour si alternano a villaggi dal fascino autentico, spiagge mondane lasciano spazio a spiagge dall’atmosfera famigliare , un territorio ricco di contrasti. Dalle rive del Mediterraneo ci inoltriamo all’interno alle Gole del Verdon, sito naturale unico in Europa dalle pareti vertiginose. Altra meraviglia della natura l’Esterel, massiccio vulcanico e sito protetto. Proposte slow, il percorso ciclabile nella Dracenie “La Vigna in bicicletta”, 20 km sui 45 previsti, strade verdi fra boschi e vigneti da Les Arcs sur Argens a Draguignan, attraversando vigne e cantine, un’esperienza autentica e innovativa.

www.vartourisme.com 

Hyères e la Provenza Mediterranea raggruppa le località da Hyères a Tolone, lungo la costa fino a Six-Fours. Un territorio disseminato di isole intatte, parchi , spazi protetti, natura, cultura e cucina con i prodotti di mare e di terra inondata dal sole. Un viaggio sensoriale. Hyères città di charme , offre numerosi eventi, mostre, regate, il festival jazz, di moda, d’arte la Design Parade. La natura regna sovrana nell’arcipelago delle Iles d’Or, Porquerolles, l’isola più grande delle Hyères; e la Fondazione d’arte contemporanea Carmignac, Port-Cros e l’isola di Levant. Tolone città portuale e militare in piena rinascita. La Provenza Mediterranea è un angolo d’incanto per un turismo slow dove regna sovrana la natura.

www.hyeres-tourisme.com/ 

tourismeprovencemediterranee.com/  

La Costa Azzurra offre una varietà di proposte di life style alla francese tra Alpi e Mediterraneo, una varietà di paesaggi, neve e spiagge, sport, ottimo cibo, cultura, il cinema, il carnevale, i fiori, i profumi, più di 80 giardini di cui 13 insigniti del marchio “Jardin remarquable”. Quest’anno dal 3 al 28 aprile 2021 si svolge la 3a Edizione del Festival dei Giardini della Costa Azzurra sul tema “I Giardini degli Artisti” 17 creazioni paesaggistiche, oltre 10 giardini fuori concorso. Una destinazione da scoprire in ogni stagione.

www.cotedazurfrance.fr 

Biot, città culturale e della “creatività”, fucina d’arte, capitale del vetro, presenti cinquanta artisti creativi soffiatori di vetro, ceramisti, mosaicisti, creatori di gioielli, illustratori , conosciuti nel mondo per la tradizione del vetro a bolle, le porte dei loro atelier sono aperte al pubblico anche per chi vuole carpire i segreti di questo nobile mestiere, una proposta di turismo creativo. Per gli amanti della slow natura begli itinerari green lungo il fiume La Brague che attraversa un parco naturale protetto. Biot ha saputo tramandare nel tempo il suo fascino.

www.biot-tourisme.com 

Cannes perla della Costa Azzurra, nuovo look delle spiagge e restyling urbano, gode di un notevole patrimonio storico e culturale , due musei, il “Museo delle Esplorazioni del Mondo” (MEM) e il “Museo della Maschera di Ferro e del Fort Royal”. Le isole di Lérins , Saint Marguerite con la cella della Maschera di Ferro, e Saint Honorat, di fronte a Cannes, con il Monastero, la torre, e i vigneti dei monaci, 330 ettari di spazi naturali protetti, luogo ideale per il turismo slow. La novità di quest’anno, dal 28 gennaio 2021 all’ isola Sainte-Marguerite: l’Ecomuseo subacqueo, sei sculture monumentali di due metri d’altezza del peso di circa dieci tonnellate ciascuna di Jason deCaires Taylor, artista britannico di fama internazionale, sono state immerse nel fondale diventando , nel tempo, parte del paesaggio e rifugio per la vita sottomarina.

www.cannes-destination.fr/

Antibes-Juan-les-Pins luogo d’incanto per il turismo slow, con itinerari fra verde e mare, anche d’inverno. Cap d’Antibes, con il sentiero Tire-Poil per gli amanti delle escursioni, il giardino botanico di Villa Thuret, il bosco della Garoupe che ospita rare specie botaniche , il Fort Carré circondato dal parco di 4 ettari ultima riserva continentale di olivi selvatici in Francia. La Pesquerolle a Cap d’Antibes, una nuova riserva sottomarina per fauna e flora e Pelagos, un’area di 87 500 kmq per la protezione dei mammiferi marini. Paesaggi che nei in ogni epoca hanno ispirato numerosi artisti.

www.antibesjuanlespins.com/ 

La Corsica, una “montagna nel mare” con vette oltre i 2000 metri di altitudine, un’isola dalla natura rigogliosa e selvaggia, un Parco Naturale si estende per un terzo del territorio, offre svariate attività , passeggiate, escursioni a piedi , a cavallo, in mountain bike, kajak e molto altro., La GT 20, grande novità del 2021, l’attraversata da Cap Corse a Bunifaziu, circa 600km suddivisi in 12 tappeda percorrere con bici da strada, mountain bike o bici elettriche. E’ la versione bike della GR20,il famoso itinerario di randonnée. Un modo diverso per gli amanti di forti emozioni, di scoprire il vero volto dell’isola..

www.visitcorsica.com 

Metropole Nice Côte d’Azur 49 comuni e tante possibilità di scoperte Un patrimonio ricco di bellezze naturali e impregnato di storia che si estende dal mare Mediterraneo alle maestose cime del Mercantour. Parchi, natura e cultura, Museo Matisse e i giardini di Cimiez, i giardini del museo Chagall, di Belle Arti, di Arti Asiatiche, la Promenade du Paillon, i giardini della Villa Kérylos, di Villa Ephrussi de Rothschild, di Eze… Per una vacanza slow l’Ideale è il sentiero del litorale da Nizza a Villefranche-sur-Mer, 1,4 km, di autentiche emozioni tra mare e natura lussureggiante. Per una vacanza attiva si consiglia anche l’escursione alla penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat con sentieri accessibili alla scoperta di sorprendenti paesaggi.

www.nicetourisme.com/le-littoral 

Les 2 Alpes è nella TOP 10 delle stazioni sciistiche francesi, una destinazione ideale in tutte le stagioni , meta perfetta in estate, con il ghiacciaio per lo sci estivo a 3600 metri e oltre 40 attività, mountain bike alpina, rafting, parapendio, golf, pesca, camminate nel cuore del Parco Nazionale degli Ecrins, escursioni sui ghiacciai, tennis, arrampicata, i laghi.. Grandi panorami , un full immersion nella natura circondati da un’atmosfera festosa, shopping e gastronomia che sorprende, 80 ristoranti, di cui 1 stellato e 4 “maîtres restaurateurs”, chef d’eccellenza, villaggi autentici come Mont de Lans e Venosc, eventi sportivi e culturali, formule benessere per vacanze slow da vivere tutto l’anno.

www.les2alpes.com/hiver 

Megève, “la perla delle Alpi” splendida in ogni stagione, magnifica sotto la neve, dal patrimonio architettonico savoiardo. Le Cœur de Megève è un boutique hotel 4 stelle, 39 camere dall’arredamento cocoon e contemporaneo firmato dalla interior designer Sybille de Margerie. Dopo una giornata trascorsa sulle piste da sci, al rientro è piacevole rilassarsi con trattamenti completamente naturali alla Tata Harper Spa . Il cocktail bar Le Meige offre in degustazione creazioni originali e i classici, il ristorante La Muse con lo chef italiano Vincenzo Regine, propone una cucina famigliare con prodotti del territorio a kilometro zero. Per una pausa di benessere, si consiglia un giorno di trattamenti bio e naturali , il Day Spa del Cœur de Megève in collaborazione con Tata Harper all’avanguardia nella cosmetica green. . Un esperienza unica , un relax slow ,per un soggiorno perfetto da vivere in ogni stagione.

www.coeurdemegeve.com/ 

Serre Chevalier Briançon a breve distanza dal confine italiano, è una destinazione montana unica. Briançon unisce sci , cultura, le fortificazioni di Vauban sono Patrimonio dell’UNESCO, benessere, natura. Il comprensorio sciistico è il più grande delle Alpi del Sud Moltissime le attività, anche in estate con un’attenzione particolare alla sostenibilità. Serre Chevalier è la prima stazione sciistica a utilizzare energie rinnovabili sul comprensorio . Un turismo slow fatto di escursioni e relax alle terme “Grands Bains de Monêtier” rinomate per le acque calde ricche di sali minerali. La valle offre anche un centro di crioterapia, spazi per lo sport e lo yoga. Molte attività per coloro che amano trascorrere vacanze slow in ogni stagione..

www.serre-chevalier.com/ 

Il Gruppo Air France-KLM, leader del settore, attualmente impegnato per il trasporto dei vaccini anti Covid-19, si prepara alla ripresa del traffico passeggeri in graduale aumento, per arrivare al 60% a giugno e al 70% in luglio e agosto.

Per i voli cancellati, la politica commerciale del Gruppo è orientata alla massima flessibilità per ogni biglietto acquistato entro il 31/3/2021 per viaggi entro il 30/9/2021, si potrà riprenotare il volo senza alcun supplemento, richiedere un voucher rimborsabile o il totale rimborso del biglietto. sia nel caso il volo sia cancellato dalla compagnia, sia nel caso il passeggero desideri spostare o rinunciare al viaggio .

Entro il 2030 il Gruppo Air France-KLM si propone una riduzione del 50% di emissioni di CO2 per passeggero al km, rispetto al 2005, riduzione del 50% di rifiuti non riciclati, rispetto al 2011. L’impegno delle due compagnie aeree è riconosciuto a livello internazionale. Il Gruppo è sul podio del Dow Jones Sustainability Index (DJSI) da 15 anni consecutivi, e per ben 13 volte al primo posto.

www.airfrance.it 

Per informazioni e approfondimenti :

www.france.fr 

Facebook : France.fr

Twitter : @AtoutfranceIT

#ExploreFrance #ABientot

Linkedin: Atout France in Italia

                                                                  di BRUNO MUSSO

Share

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

More Post