Privacy Policy Nichi Vendola in “Quanto resta della notte” al Leoncavallo – Timenews24.it

Nichi Vendola in “Quanto resta della notte” al Leoncavallo

Seleziona la lingua/Traduci

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

Sabato 15 ottobre, alle ore 21.30, presso lo Spazio Pubblico Autogestito Leoncavallo in via Watteau, 7 a Milano (ingresso 10 euro per info www.leoncavallo.org) ci sarà la prima tappa del tour invernale che toccherà le principali città italiane di “Quanto resta della notte” lo spettacolo di e con Nichi Vendola.

Il progetto è suddiviso in otto capitoli poetici più una conclusione e prevede la proiezione di video curati dal fotografo e videomaker Mario Amura che accompagneranno le introduzioni in forma di monologo a ciascun capitolo. Le musiche di Populous e gli ambienti sonori di Fabio Cinicola inseguiranno Nichi Vendola nei suoi discorsi e con i suoi video.

Capitolo 1 – La notte: Dove si parla della patria al singolare, dei nazionalisti e dei sovranisti e della patria al plurale di chi combatte la guerra, il razzismo, il maschilismo, il suprematismo in tutte le sue forme. Dove si parla di Alan Kurdi, il bambino con la maglietta rossa simbolo di tutti i bimbi morti nel tentativo di migrare. Dove si parla di Sarajevo e di Hebron.

Capitolo 2 – Il contagio: Dove si parla di noi al tempo del Covid, del distanziamento sociale, della virtualizzazione delle relazioni tra le persone.

Capitolo 3 – La rimozione: Dove si parla della cultura dello stupro e del femminicidio, del potere maschile e della sua vocazione all’onnipotenza.

Capitolo 4 – Lo strappo: Dove si parla di lesione della democrazia, di sospensione dei diritti fondamentali di libertà, di sequestro di persona e di tortura ad opera degli apparati dello Stato. Dove si parla di Genova del luglio del 2001 e della morte di Carlo Giuliani.

Capitolo 5 – La sconfitta: Dove si parla della miseria della politica e della crisi delle parole della vita pubblica. Dove si parla di Ingrao e delle passioni che non muoiono.

Capitolo 6 – La perdita: Dove si parla della morte, del peso delle assenze, della gioia del fare memoria.

Capitolo 7 – Il ritorno: Dove si parla della patria di nascita, della casa, del paese, della famiglia, delle tombe più care, del tempo delle prime scoperte, della nostalgia.

Capitolo 8 – L’amore: Dove si parla dell’amore, del figlio, della luce di un giorno nuovo, della fine dei sensi di colpa, dell’uscita dal ghetto, della nominazione di sé e dei propri sentimenti, del mettersi al mondo con il senso storico, politico, poetico del pride.

Share

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

More Post