Privacy Policy Nouvelle-Aquitaine meta ideale del turismo slow – Timenews24.it

Nouvelle-Aquitaine meta ideale del turismo slow

Seleziona la lingua/Traduci

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

La Nouvelle-Aquitaine è la regione più grande della Francia, affacciata ad ovest sull’Oceano Atlantico a sud –ovest e confina con la Spagna, offre variegati itinerari e numerose proposte per una vacanza ad hoc , itinerari naturalistici, città d’arte, tour eno-gastronomici, soggiorni marini, il posto ideale per una vacanza sostenibile.

Bordeaux è la città più grande e importante della regione, architetture affascinanti, il centro storico è Patrimonio dell’Umanità, parchi lungo il fiume Garonna che la attraversa, chef creativi che propongono nuovi sapori . Bordeaux è universalmente conosciuta come la “Capitale del vino” dal 23 al 26 giugno 2022 si svolge la Festa del vino. La Cité du vin un museo unico nel suo genere, dedicato a coloro che vogliono scoprire questo universo in modo meno tradizionale. L’architettura dell’edificio è moderna , originale, all’interno si possono seguire vari percorsi tematici o assaporare alcuni piatti al ristorante panoramico la città dall’alto. Un nuovo hotel di charme, 4 stelle, è stato aperto, l’Hotel La Zoologie nello storico Istituto della Zoologia di inizio ‘900.

Altre città della regione sono: Montignac con la grotta di Lascaux, capolavoro dell’arte rupestre famosa nel l mondo per il colore dei disegni , la città-gioiello di Sarlat,set naturale di molti cult movie, Biarritz e il Paese Basco, Poitiers, città d’arte e Futuroscope, Parco tematico legato alle nuove tecnologie dell’immagine, Cognac, Pau e i Pirenei, Limoges e il savoir-faire delle porcellane… E naturalmente le spiagge: 750 km di costa di sabbia con i porti da Bayonne a La Rochelle, 51 sport di surf, la Duna del Pilat, 110 metri a dominare il bacino di Arcachon, famoso per l’ostricoltura, il patrimonio naturale, le stazioni balneari, da scoprire le isole appena al largo dell’Atlantico: Ré, Oléron, Aix, verdi, fiorite.

All’estuario della Gironda e della Dordogna sull’Oceano Atlantico, sorge l’imponente faro di Corduan, dal 2021 entrato nel Patrimonio Unesco, alto 67,5 metri, visitabile da aprile a novembre, accessibile in barca con la bassa marea.

Grandi spazi, natura selvaggia delle coste atlantiche, un parco nazionale e ben cinque parchi naturali regionali, garantiscono una ricchissima biodiversità, la Valle della Dordogne, cuore della regione, vigneti e foreste, riserva mondiale della biosfera dell’Unesco. Scenario ideale per il turismo slow, itinerari in bicicletta, crociere fluviali, il trenino d’Arouste, i fari, il magico scenario del Marais Poitevin.

La Nouvelle-Aquitanie , una regione che sorprende , ha un preciso obiettivo , diventare la prima destinazione per un turismo sostenibile in Francia .

www.nouvelle-aquitaine-tourisme.com

www.bordeaux-tourisme.com

#ExploreFrance

www.laciteduvin.com

www.it.france.fr

di BRUNO MUSSO

Share

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on pinterest

More Post